Presentazione



In movimento per ecologie, vivere insieme, economia sostenibile, bioregionalismo, esperienza del se' (personal development).

giovedì 22 giugno 2017

Salvare le Api - Termoterapia controllata contro la Varroa


Risultati immagini per api  Varroa

Purtroppo le api stanno morendo ed in maniera sempre più accelerata, in Italia come in tutto il mondo, per il deterioramento del loro ambiente naturale, causato dalla chimica in agricoltura, in particolare pesticidi, diserbanti e fungicidi, fino ai terribili dissecanti totali, che oltre ad uccidere le api, tolgono loro il nutrimento, distruggendo la Biodiversità con i suoi infiniti fiori
  
A ciò si aggiunge il cambiamento climatico, causato in primis dalla stessa agricoltura industriale, che distrugge humus, foreste, siepi e bodiversità, per produrre  biocombustibili, bioplastiche e mangimi OGM che alimentano animali in modo industriale, i quali mangiano come almeno 20 miliardi di esseri umani… un sistema assolutamente insostenibile, che ci sta portando velocemente verso la catastrofe climatico-ambientale.

In questo contesto agrecologico degradato un parassita delle api, l’acaro Varroa Detructor, rappresenta un elemento in grado di danneggiare fortemente le colonie, anche perché vettore di virus che colpiscono le api, sempre più deboli.

Finora, la Varroa è stata combattuta principalmente con prodotti chimici, nel tempo sempre meno efficaci per la resistenza progressiva dell'Acaro parassita. Inoltre le sostanze chimiche, dannose sia all'apicoltore che per i residui nei prodotti dell’apicoltura, si bioaccumulano nelle catene alimentari con gravi conseguenze sanitarie generali. E la Varroa, essendo un acaro, è tra le specie che meglio si adatta alla chimica ed in pochi anni l'efficacia degli acaricidi precipita, rendendoli obsoleti.

Il sistema BeeEthic è rappresentato da un’arnia innovativa che utilizza  solo il calore controllato per uccidere gli acari, senza necessità di prodotti chimici, aiutando le api a limitare i danni del cambiamento climatico (resilienza).

I pesticidi sono dannosi per l'ambiente e per le api (cause di moria più importante), ma le norme di legge non consentono di usare prodotti dannosi per le Api e gli altri insetti utili. Se gli agricoltori li usano è principalmente per ignoranza delle tecniche alternative, oggi obbligatorie in quanto prioritarie. E' necessaria un'opera di informazione e una parallela azione giuridica per il rispetto delle norme a tutela della Salute e dell'ambiente e biodiversità (Art. 32 e 9 della costituzione).
E in ogni caso non è etico che gli apicoltori ricorrano alle stesse tecniche chimiche che sono la causa dei danni alle api.

 Serve l’aiuto di tutti noi per sviluppare l’alveare BeeEthic 2.0 per aiutare gli apicoltori e le api a sopravvivere, sviluppando un'attività economica a scopo sociale, così come prevede la nostra Costituzione.
  
Se sei un’ Apicoltore e vuoi provare la tecnologia beeethic, vai a link:  www.beeethic.com/it/prodotto/1-arnia-trasformatore
   
BeeEthic è un sistema innovativo brevettato per sconfiggere l’acaro Varroa, che minaccia la sopravvivenza delle api in tutto il mondo. l'Agricoltura industriale e super pesticidi stanno uccidendo le api a gran velocità e questo sistema è la soluzione per salvare le api, l’ambiente e, in ultima analisi,  l’intera umanità… dal momento che l’uomo non può vivere senza le api!

Il “cervello” del sistema BeeEthic è un’unità elettronica di controllo che applica trattamenti termici anti-Varroa quando sono necessari.Il sistema può essere autoalimentato con pannello fotovoltaico.

Il sistema BeeEthic uccide la Varroa riscaldando l’alveare a 42 ° C direttamente nella sua fase di riproduzioneall’interno della covata delle api, fermandone così la  riproduzione. Inoltre aiuta le api a controllare la temperatura della covata, soprattutto durante le variazioni repentine, accentuate dai cambiamenti climatici.
Senza la Varroa, la colonia sarà più sana, meno esposta ai virus e più produttiva.
.
RISULTATI di sei anni di ricerca dell’Università di Perugia•            
•             NESSUN EFFETTO COLLATERALE
•             80% DI EFFICACIA STAGIONALE SULLA VARROA
•             RIDUZIONE DEL VIRUS
•             RIDUZIONE DELLE MALATTIE DELLA COVATA
•             RIDUZIONE DEL LAVORO DEL’ APICOLTORE fino al 50%
•             NESSUNA NECESSITA DI NUTRIZIONE PER LE API
  


Dr. Agr. Giuseppe Altieri, Agroecologo, 
Dr.ssa Antonella Gasparetti, Biologa Ecologa
STUDIO AGERNOVA, Servizi Avanzati per l'Agroecologia e la Ricerca
Loc. Viepri Centro 15, 06056 Massa Martana (PG) 
tel 075-8947433, Cell 348-8077101 

mercoledì 21 giugno 2017

Giuristi democratici: "Le misure di prevenzione personali. Controllo sociale e idolatria del decoro"


Risultati immagini per Controllo sociale e idolatria del decoro

Le misure di prevenzione personali, contenute nel D.Lgs. 159/2011 ma già previste dalla L. 1423/1956 e prima ancora dal regime fascista, stanno conoscendo negli ultimi tempi un utilizzo ricorrente e preoccupante, con il risultato di comprimere e di fatto negare diritti fondamentali del vivere civile e sociale nei confronti di chi intenda manifestare il proprio dissenso verso le politiche governative, come dimostrano anche le decine di fogli di via emessi preventivamente in occasione degli ultimi vertici internazionali.
Nei mesi scorsi, attivisti per i diritti sociali, grazie a evidenti forzature, sono stati colpiti da decreti che dispongono la misura della sorveglianza speciale: provvedimenti fortemente limitativi della libertà personale (con sacrificio dei diritti di riunione ed espressione e manifestazione del pensiero) e di movimento (con l’obbligo di soggiorno). Ciò, in base a una concezione del diritto della prevenzione come diritto punitivo del sospetto, con l’elusione delle garanzie sostanziali e processuali.

Al di là dei profili immanenti di incostituzionalità delle norme che prevedono l’avviso orale —autentico stigma di pericolosità sociale valido vita natural durante!— e la sorveglianza speciale per fattispecie di «pericolosità generica» da tempo denunciati dalla gran parte della dottrina per contrasto con i principi della riserva di legge, della tassatività, della non colpevolezza e dell’eguaglianza, a seguito della recentissima pubblicazione della Sentenza De Tommaso della Corte Europea dei Diritti Umani che condanna l’Italia per mancanza di qualità della legge, si impone un ripensamento globale delle misure preventive personali.

Perché laddove esse vengono adoperate per comprimere i principi costituzionalmente tutelati della libertà di esprimere le proprie opinioni e di associarsi insieme ad altri per sostenerle, emerge il rischio di una loro torsione e di un loro improprio utilizzo quali strumenti di controllo del dissenso e del conflitto sociale.

Per questo, convochiamo un convegno di studi a Roma per giovedì 22 giugno 2017, ore 16,30, presso la Fondazione Lelio e Lisli Basso in Via della Dogana Vecchia, 5.

Organizza l‘Associazione Nazionale Giuristi Democratici
Introduce e coordinaCesare Antetomaso (Avvocato, Esecutivo Associazione Nazionale Giuristi Democratici)


Roma. Convegno del 22 giugno 2017 alla Fondazione Lelio Basso, ore 16.30

Relazioni di:
Livio Pepino (già Sostituto Procuratore presso la Corte di Cassazione);
Francesco Romeo (Avvocato);
Enrico Gargiulo (Ricercatore in Sociologia economica e del lavoro all’Università del Piemonte orientale).
Interverranno:
Sen. Loredana De Petris (Sinistra italiana);
Sen. Luigi Manconi (Presidente Commissione Diritti umani Senato);
Eleonora Forenza (europarlamentare);
Riccardo De Vito (Presidente Magistratura democratica);
Valentina Calderone (Associazione A buon diritto);
Antonello Ciervo (Associazione Studi Giuridici sull’Immigrazione);
Simonetta Crisci (Avvocata);
Giovanni Russo Spena (Area democrazia, diritti, istituzioni Partito della rifondazione comunista-SE);
Italo di Sabato (Osservatorio sulla repressione);
Paola Bevere (Associazione Antigone).

Aderiscono: Giuristi Democratici, Asgi, A buon diritto, Antigone, Abitare nella crisi, Movimenti per il diritto all’abitare-Roma, Osservatorio sulla repressione, Usb, Si Cobas, Eurostop, Il Salto, Popoff, Partito della rifondazione comunista-Sinistra europea.

Risultati immagini per roma 22 giugno  Controllo sociale e idolatria del decoro

martedì 20 giugno 2017

Vaccini, Hamer, glifosato, batteri & Co


Risultati immagini per Vaccini, Hamer,

Sono stata ad una conferenza del dr. Dario Miedico, radiato recentemente dall’ordine dei medici per la sua posizione sulla libertà di scelta vaccinale. E’ stata organizzata dal comitato biellese per la libertà di cura ed erano presenti in sala oltre trecento persone. Tutti conosciamo già la sua storia. Il dr. Miedico, come molti altri suoi colleghi, ripete il mantram: “non sono contrario alle vaccinazioni, hanno debellato molte malattie ecc. ecc..” 

Afferma anche che i suoi nipoti non sono stati vaccinati, che i grafici evidenziano che allorchè i vaccini sono stati introdotti le epidemie erano già scemate, che la polio è malattia pericolosa ma non contagiosa e, a dimostrazione, cita il caso di una sua compagna di classe di tanti anni fa – il dr. Miedico ha ottant’anni – che nonostante fosse poliomielitica non ha contagiato nessuno. 

Anch’io ho conosciuto la storia di una mia vicina di casa che ebbe diagnosi di polio e che non ha contagiato nessuno. Mi raccontò che, negli anni sessanta, all’età di diciotto anni, mentre stava sciando rischiò di cadere in un burrone. Non ebbe danni fisici ma, dato lo spavento, si mise a letto e dopo alcuni giorni di febbre – si pensò prima a un’influenza – si accorse di avere una gamba paralizzata. Diagnosi: poliomielite. Poi, dopo oltre dieci anni la diagnosi fu cambiata in sclerosi multipla. Capii già allora che non c’entrava il virus ma che questo si riscontra allorchè il terreno biologico viene alterato da più fattori, in questo caso chiaramente dallo shock emozionale come confermano le scoperte del dr. Hamer che ho conosciuto anni dopo . 

Basti pensare anche ai tanti casi di polio sviluppatisi in Indonesia dopo lo tsunami del 2004, nonostante il 95% della popolazione fosse vaccinata. Solo le singole persone , con l’attenzione al proprio vissuto, possono comprendere se le cause sono endogene, esogene od entrambe contemporaneamente ma ovviamente è più difficile nel caso dei bambini. 

E diventa quasi impossibile poter discernere quindi se si si escludono a priori le influenze psichiche, nonostante le ricerche di Hamer, di Stefan Lanka, di Rupert Sheldrake ecc.. Molti ricercatori dimostrano l’importanza del ruolo che ha sulla nostra salute il microbioma intestinale. 

Ho ascoltato le conferenze del dr. Paolo Mainardi che scrive che ogni volta che si ha una “martellata in testa” collassa la mucosa intestinale. La “martellata” corrisponde allo shock emozionale o a veleni vari, glifosato, adiuvanti contenuti nei vaccini ecc.. E’ confermata quindi anche da questo ricercatore la correlazione tra psiche-cervello-organi e che, intervenendo a riequilibrare l’organo , in questo caso l’intestino, di riflesso migliora il quadro psico-fisico generale. Il libro di Claudio Trupiano “Grazie dr. Hamer”, riporta a pag. 378 un caso relativo ad una persona con diagnosi di SLA consapevole di avere vissuto uno shock emozionale

Paola Botta Beltramo

venerdì 16 giugno 2017

Messaggi onirici dalla Radio della Terra, per voce e campana tibetana

Risultati immagini per Messaggi onirici dalla Radio della Terra

Dalla Radio della Terra ricevo sempre volentieri, anche se le frequenze  sono troppo basse e a volte passano sotto le sedie e le scrivanie senza essere captate. Finalmente ora ho l'indirizzo al quale posso risponderti. Mi piacerebbe inseguire il tuo viandare ma quando arrivo a stringere i miei condizionali mi accorgo che il grosso della corda è stato occupato dagli imperativi e che me ne resta a malapena mezzo braccio per tener su le brache.

Immagino un viandante ma che viandante non è ed è solo uno che è lì a viandare.
Forse si è perso, ma forse perdersi non è il termine giusto, certamente è uno
che cerca di "ritrovarsi". Nel corso dei millenni sono evaporati i saperi
fondamentali e ci restano ruderi di qualcosa che non riusciamo più a decifrare.
Echi di voci che ci suggeriscono qualcosa in una lingua incomprensibile. Il
viandante è lì,
in mezzo a quelle voci, in mezzo a quei ruderi, nel vuoto incolmabile e
straziante che separa i frammenti. (stefano)

il mio viandare mi ha riportatati alla mente questo saggio che ho scritto
qualche anno fa durante i giorni del solstizio, fino ad ora mai pubblicato,
racconto pseudo scientifico filosofico matematico mistico spirituale e
soprattutto musicale sia perché si tratta di una vera e propria compilation di
film e brani musicali proposti che si possono ascoltare o vedere su you tube e
sia perché alla fin fine e’ anche un opera concerto sorta di meditazione
corale, comunque e’ un viaggio anche nei media contemporanei da wikipedia a you
tube come appena detto, televideo, un viaggio scientifico come dicevo anche
fantasioso e immaginario una delle tante vie possibili che possiamo seguire per
spiegare la complessità del mondo che ci circonda.

musica di parole per voce e campana tibetana

 giro di meditazione [giro di prova su un giro di basso]

Oggi e’ domenica ventitré giugno, venticinquesima settimana,
mancano 191 giorni alla fine dell’anno.
il sole sorge alle 5 e 35 tramonta alle 20 e 49.
la luna si leva alle 20 e 44 e cala alle 5 e 37.
il 21 giugno solstizio d’estate.
sole in cancro

Questa notte sarà la notte di san giovanni, la notte più magica dell anno che
coincide con la luna piena. una energia pazzesca si sprigionerà al calar del
sole, sulla linea dell orizzonte sole e luna saranno per un attimo
perfettamente allineati.

in questi giorni si raccolgono erbe e fiori per infusi e pozioni per l intensità
della luce di giugno le piante esprimono al massimo grado le loro benefiche
essenze, optimum balsamico, costituenti i principi attivi. profumi aromi odori
tra le rugiade di una notte piena di fascino e atmosfere magiche.

accendo il computer accedo alla casella di posta elettronica e leggo i messaggi,
tra questi l invito dell italian rainbow gathering summer 2013. i raduni
arcobaleno sono occasioni di incontro e condivisione a contatto e totale
rispetto della natura. senza capi o leader si cerca di far fluire tutte le
energie in modo armonico. la rainbow family of living lights e’ una comunità di
persone riunite da valori di pace uguaglianza e fratellanza dalla sua nascita
nel 1972 ha sempre tenuto in campi annuali rainbow gathering in svariate
località del mondo. durano un mese seguendo il ciclo lunare, iniziano con la
luna nuova e terminano con la successiva luna nuova. ispirazione ai valori dei
nativi americani come il cerchio parlante e il bastone della parola, le
decisioni vengono prese col metodo del consenso, la dieta e’ strettamente
vegana. i proventi per il cibo vengono ricavati dalle offerte messe nel
cosiddetto cappello magico. nel film della regista francese colin serrau il
pianeta verde si riassumono gli ideali e i temi della rainbow family.

mi fermo un po a pensare e mi si accende una lampadina, mi ricordo di un disco e
un film di jimi endrix intitolati rainbow bridge il film del regista chuk wein
del 1972 tratta della rinascita spirituale in un centro di meditazione
collettiva planetaria rainbow bridge sulla isola di maui dove in contemporanea
endrix sta eseguendo un concerto durante un esperimento appunto di meditazione
collettiva denominato rainbow bridge vibratory color/sound experiment. il
concerto ebbe luogo in una distesa erbosa alle pendice del vulcano halea kala.
il regista introdusse nel film l esibizione di endrix come punto focale dell
esperimento rainbow bridge raduno di massa meditazione collettiva. nel film si
trattano argomenti della filosofia new age.

il disco e’ uscito postumo nell ottobre del 1972, ricordo che uno dei brani che
più mi piaceva si intitola pali gap registrato il primo luglio 1970. la
composizione fondata sulla base di tre accordi la cui struttura e’ molto
semplice, basata sul ciclo di 2 passi con una battuta di arresto che comprende
la riproduzione di un modulo, infine l assolo eseguito da endrix con l
amplificatore marshall al
massimo volume. pali gap e’ un nome composto che probabilmente si ispira a un
luogo dell isola, un dirupo una scogliera. pali e’ un varco un passaggio, gap,
puo anche definire appunto un passaggio difficoltoso che puo essere quello
della meditazione. la base di basso lanciata da billy cox sulla falsa riga di
gimme some loving dei spencer davis group ispirato a sua volta da a lot of love
di homer barks. cinque battute un vuoto e una battuta.

passeggio sulla spiaggia assisto allo spettacolo del sorgere della luna a est
mentre a ovest il sole sta tramontando. continuo a ripetere con la voce il giro
di basso di pali gap, pensando al varco possibile, passaggio difficile se non
immaginario. mi illumino di energia tra il sole e la luna perfettamente
allineati e raffiguro idealmente la struttura sonora del brano in due curve
sinusoidali con la seconda che torna indietro in senso inverso intersecando la
prima e formando con essa un otto orizzontale, simbolo dell infinito e dell
armonia cosmica, il fior di loto dagli otto petali. l assolo di endrix si rifa
alla spiritualità di carlos santana in soul sacrificy. mi chiedo se questa mia
lettura sia solo immaginaria o veramente i musicisti hanno strutturato questo
brano in modo consapevole per spingere attraverso la forma sonora dell otto
infinito al difficile passaggio.

sono ma casa accendo la televisione e leggo le notizie su televideo come se l
idea continuasse a seguirmi in tutto quel che faccio:

Dom 23 giu 10:11:50

l armonia delle sfere

pitagora scopre le relazioni tra le note musicali e lunghezze della corda
vibrante e in particolare che lunghezze in rapporti semplici tra loro producono
piacevoli assonanze armoniche alla base della musica. queste nozioni furono
presto trasferite nei cieli, noti per essere luoghi di equilibrio e armonia
dove i pianeti si muovono a distanze diverse dalla terra. l idea che l ordine
del cosmo suddiviso in sfere planetarie fosse affine a quello dell armonia
musicale perduro per due millenni influenzando ancora scienziati e studiosi nel
settecento. tornando all ottagono simbolo dell armonia del cosmo, il quadrato
ruotante di 45 gradi che forma un cerchio, quadrato simbolo della terra e
cerchio simbolo del cosmo, quadrato ruotante con le otto punte simbolo di
unione tra terra e cielo. cerco quadratura del cerchio: e’ un problema classico
della geometria greca in sostanza non e’ altro che un problema di matematica
più precisante di geometria, il cui scopo e’ costruire un quadrato che abbia la
stessa area di un dato cerchio con uso esclusivo di riga e compasso. l
espressione e’ diventato sinonimo di una impresa vana senza speranza o priva di
significato concreto. in senso meramente letterario l espressione quadratura del
cerchio viene spesso usata per indicare la soluzione perfetta di un dato
problema anche se come abbiamo detto non esiste.

pi greco e’ la prima lettera di perimetros che significa misura attorno in
greco. il simbolo usato anche in onore di pitagora. a causa della sua natura
trascendente non ci sono semplici espressioni finite. pi greco e’ un numero
irrazionale, quindi può essere scritto come quoziente tra due interi. inoltre
e’ un numero trascendente ovvero non e’ un numero algebrico. e’ impossibile
esprimere pi greco come un numero finito di interi di frazioni e loro radici.
questo simbolo stabilisce l impossibilita della quadratura del cerchio, perché
pi greco e’ un numero trascendente e quadrare il cerchio non e’ possibile in un
numero di passi finiti usando riga e compasso. il rapporto tra la lunghezza
della circonferenza di una ruota e il suo diametro e’ pi greco con valore
3,1453...

anche nel nostro caso la quadratura del cerchio e’ solo letteraria, ad unire
terra e cielo e’ il quadrato ruotante. pi greco trascendente e’ irrazionale
rappresenta il rapporto tra la pura creatività espressa dai musicisti nel brano
pali gap e la struttura ritmica nella sua rappresentazione grafica.

ripensando all armonia delle sfere, da un po di tempo lavoro sulla ascolto
interiore con la campana tibetana o singing bowl, ciotola che canta. una
ciotola di forma tondeggiante, una campana di una lega di sette metalli
planetari:

oro per il sole
ferro per marte
mercurio per mercurio
rame per venere
stagno per giove
piombo per saturno
argento per la luna

il suono avvolge completamente il nostro spirito e il nostro corpo per mezzo del
suono e della vibrazione ci si immerge in un viaggio sonoro magico e rilassante
ascoltando note musicali mai ascoltate verso un crescente senso di leggerezza.
il suono e la vibrazione della campana concorrono per il riallineamento dei
chakra, la carica energetica e il benessere spirituale. secondo la medicina
tradizionale cinese il corpo umano e’ percorso da vibrazioni frequenze e onde
di energia, se un organismo e’ sano esso vibra a una giusta frequenza ed e’
accordato con se stesso e il mondo circostante come uno strumento musicale. la
campana tibetana produce suoni in armonia con le vibrazioni delle sfere celesti
e trasmette queste vibrazioni a chi suona e ascolta. questo fenomeno si chiama
concordanza di fase, quando due onde tendono a unirsi e a vibrare all unisono.
la risonanza consonanza produce un effetto psicotropo sulla natura umana.

antico strumento originario della cultura buddista sciamanica himalayana che
regnava nell antico tibet, successivamente si e’ diffuso in tutta l asia oggi
vengono prodotte in nepal ma con una lega di cinque metalli perché si dice che
si sia persa l antica sapienza della fusione e accordatura dei sette metalli.

le notizie continuano a inseguirmi, ancora da televideo leggo di un festival del
teatro ecologico guarda caso a stromboli, un altro vulcano. niente luci ne
microfoni nessun uso di corrente elettrica per concerti performance e letture
dal vivo. solo gli straordinari effetti di lice del sole al tramonto sul mare
dell isola nera. con iddu il vulcano attivo, per celebrare il contatto
ristretto e immediato tra spettatori e attori. e’ una festa del linguaggio con
sassofoni tamburi il suono del mare il borbottio del vulcano l energia dei
corpi, anche in questa sorta di vibrazione collettiva come l esperimento
rainbow bridge, fino al 26 giugno.

surrealistic pillow jerry garcia chitarrista di rock psichedelico mentre
assisteva negli anni sessanta alla registrazione del disco dei jefferson
airplane dichiaro che la loro musica suonava surreale come un cuscino. nel
disco ce’ un brano cantato da grace slick che sale di timbro e intensità in un
vortice di energia white rabbit composizione ispirata al bolero di ravel e alla
favola di alice nel paese delle meraviglie. la canzone e’ collegata all
esperienza dell uso delle droghe in particolare lsd che circolava liberamente
negli ambienti musicali di san francisco. molti artisti cercano ispirazione e
creatività nell uso di eccitanti, oggi la libera espressione creativa va
cercata solo attraverso la spontaneità e la leggerezza della mente.

sulla armonia delle sfare celesti, la campana tibetana rappresenta la guida una
specie di pi greco trascendente e irrazionale che condensa i suoni delle sfere
celesti in una unica vibrazione cosmica simile all om, suono originario, un
condensatore di energia che porta alla quadratura del cerchio mentale. la sua
vibrazione mette in contatto energie dell uomo energie del cosmo. ho usato la
campana tibetana con bambini di 6 e 7 anni durante un laboratorio di educazione
ambientale sulla ecologia del seme. dopo alcuni esercizi di scioglimento vocale
siamo riusciti a metterci in sintonia sulla stessa frequenza vocale e abbiamo
eseguito il mantra salvare i semi blues alla fine dell anno scolastico ho
guidato sulla stessa frequenza genitori insegnanti e bambini, tutti in cerchio
in una grande vibrazione energetica.

studio musica da trent’anni, essa si trova al vertice della mia piramide di
conoscenza e l ho mantenuta fino a oggi in uno stato di sospensione, una specie
di riserva di energia a cui attingere nei momenti di bisogno. non ho mai
imparato la tecnica le note e le scale lasciandomi libero mdi suonare su
variazioni di timbri intensità frequenze sonore e ritmi appresi dal quotidiano.

[musica per voce e campana tibetana]

tutti brani sono eseguiti con voce mediante accompagnamento di campana tibetana.
si parte con il tema di base sulla frequenza della campana da ripetere enne
volte si sale e si scende di tonalità anche più volte, si sale di intensità,
quando ci si sente pronti e si arriva a un punto di grande empatia ci si lascia
andare allalibera improvvisazione collettiva unendo le voci in un unico flusso
di energia tornando lentamente al tema iniziale.

gimme some loving: cinque battute un vuoto e una nuova battuta in senso
lineare

i wish: brano di stevie wonder si apre con un giro di basso con otto battute di
note diverse, quattro scendono e quattro risalgono formando una doppia spirale
di energetica

a love supreme: brano intenso e spirituale di john coltrane dove il basso di
jimmy garrison detta la struttura ritmica, due battute di note un vuoto e altre
due battute formano una sinusoide continua

pali gap: come abbiamo detto il giro di basso di billy cox da undici battute che
formano graficamente un otto orizzontale, quadrato ruotante, pi greco
trascendente e irrazionale condensatore di energia cosmica

better get hit in your soul: brano di charles mingus il cui contrabbasso
introduce a una spirale di energia verso l alto con 4 battute di note un vuoto
altre 4 battute di note con l ultima più alta e altre 5 battute con l ultima
che scende riportandoci a terra da dove poi ripartire con il tema e le sue
variazioni

la nostra mente e’ il nostro più grande dance floor!

giro di prova per un giro di meditazione su un giro di basso


Ferdinando Renzetti

Risultati immagini per Ferdinando Renzetti


mercoledì 14 giugno 2017

Scandalosa legge sulla tortura varata dal Senato


Immagine correlata

al Presidente Sergio Mattarella
al Premier Paolo Gentiloni
alla Presidente della Camera Laura Boldrini
al Presidente del Senato Pietro Grasso
ai Deputati PierLuigi Bersani e Gianni Cuperlo

La scandalosa legge sulla tortura varata dal Senato

Lo scandalo era già nell'assenza in Italia di una legge sulla tortura, dopo che nel 1984 era uscita in materia una Convenzione Internazionale (approvata da noi nel '99), e nel fatto che la proposta di legge di Luigi Manconi da cui è uscita questa è del 1913, ha atteso dunque quattro anni.

Il nodo di tutto è la debolezza dei politici di fronte alle forze cosiddette  dell'ordine  – carabinieri e polizie – che nell'ultimo ventennio hanno spesso ceduto alla violenzama non accettano la punizione. Il caso più grave e più patente è quello  di Genova 2001, la contestazione del G8, la scuola Diaz e la caserma di Bolzaneto, dove le forze dell'ordine sono cadute nel disordine della violenza, e però con la pretesa dell'impunità.

Ma poi in tanti casi singoli, che vanno da Federico Aldrovandi a Stefano Cucchi.

Ed ecco che nel testo della legge si tratta della tortura come di un reato comune, non di un reato proprio di pubblici ufficiali e di  incaricati del pubblico servizio; è chiaro che polizia e carabinieri non vogliono che si tratti specificamente di loro.

Viene inoltre introdotta la frase "se il fatto è commesso mediante più condotte", per cui  il singolo atto di violenza non sembra essere più perseguibile.
E là dove si parlava di "acute sofferenze psichiche", si parla ora di "verificabile trauma psichico"; un fatto ben più complesso e, nel prolungarsi del processo, ben più difficilmente evidenziabile.

Una vasta protesta si è sollevata, a cominciare da Amnesty International e da altre associazione di difesa dei diritti umani.
La legge passa ora alla Camera e una vasta richiesta ne domanda la correzione.
Vogliamo una legge che colpisca con forza questa violenza e insieme questa pretesa d'impunità.

Ma chiediamo anche che, nella formazione di questi corpi, con la stessa forza sia studiato e inculcato il principio della dignità della persona umana.

                                                              Per  il Movimento il Responsabile
                                                            Prof. Arrigo Colombo -  22 maggio 2017

          
 Arrigo Colombo, Centro interuniversitario di ricerca sull’Utopia, Università del Salento-Lecce
Via Monte S.Michele 49, 73100 Lecce, tel. 0832-314160

martedì 13 giugno 2017

Taci il nemico ascolta... - Scudi umani del sistema


Risultati immagini per taci il nemico ascolta
Taci il nemico  ascolta - Scudi umani del sistema
Sono amici, conoscenti e parenti, sono d'accordo con te, ma non possono ammetterlo in pubblico. Te lo dicono in camera caritatis, te lo sussurrano in un orecchio o lo confessano dopo il bicchiere della verità. Mai condivideranno o metteranno un «mi piace». Ne andrebbe dell'avvenire dei loro figli, tenuti in ostaggio. Troppo rischioso rivolgersi alla polizia della libera opinione. Sono sotto ricatto. Il silenzio è il prezzo del riscatto.
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Uno dei capolavori del sistema di potere emiliano è il metodo per ridurre al silenzio eventuali dissidenti ed eretici a scoppio ritardato. Se a un funzionario di partito, a un sindaco, a un assessore venisse mai in mente, il giorno in cui avesse raggiunto un certo grado di lucidità e onestà intellettuale, di fare sentire la sua voce critica verso chi lo ha allevato e sfamato, non potrebbe farlo. E per una ragione molto semplice: perché nel frattempo la sua prole è stata assunta in enti, aziende, cooperative, società amministrazioni controllate da quel partito. Chi te lo fa fare di metterti contro un sistema di potere che da oltre settant’anni governa capillarmente la politica ed è in buoni rapporti con l’economia di quella terra?
Nessun testo alternativo automatico disponibile.
Ho detto che così funziona in Emilia, ma non dev’essere diverso in altre regioni, dove il potere è nelle mani degli azzurri, dei bianchi, delle camicie verdi o di altri colori. L’establishment che coopta i tuoi figli per coltivare un debito di riconoscenza e che li usa come scudi per chiuderti la bocca è una grande trovata del potere omertoso.
Immagine del profilo di Ivano Sartori, L'immagine può contenere: 1 persona

Savignano sul Panaro - Rigenerare il Suolo rigenerare le Società


Immagine correlata

Vi informiamo di questo incontro organizzato da associazioni promotrici della campagna contadina, nel quale di parlerà di agricolture contadine e si daranno informazioni e qualche risposta a problemi sempre più gravi che stanno affliggendo  sia operatori che praticano agricoltura  convenzionale  che quelli biologici.
 
Cordiali saluti
Ufficio Stampa Campagna contadina
 
 

Agri.Bio Emilia Romagna e gruppo locale dell'Emilia di Civiltà Contadina OdV.
Nell'ambito di“Quale futuro per il nostro pianeta” - ciclo di incontri per aiutare chi vuol costruire il proprio futuro e vivere la Terra con la terra organizzano:
Rigenerare il Suolo rigenerare le Società
Per dare informazioni sulle cause e risposte a problemi sempre più gravi dell'agricoltura: erosione, impoverimento e compattazione del suolo, forte e crescente dipendenza da prodotti esterni e chimici, globalizzazione delle avversità e aumento di parassiti e malattie resistenti ai fitofarmaci.
Mercoledì 14 giugno 2017 dalle ore 20,30 presso:
l' Agriturismo la Fontana - Via Belvedere 4 - Savignano sul Panaro (MO)
parleremo di Agricoltura Organica Rigenerativa (AOR) un innovativo modello produttivo,che raccoglie e sintetizza esperienze di agricoltura provenienti da tutto il mondo e portato in Italia dal 2010 da Deafal ONG. L'AOR è anche una proposta di cambiamento sociale che passa attraverso l'avvicinamento e il coinvolgimento del tessuto urbano nei processi produttivi portati avanti dagli agricoltori e dagli allevatori, mescola esperienze, agricolture sostenibili provenienti da tutto il mondo, antichi saperi contadini e moderne conoscenze scientifiche, per rigenerare il capitale più importante dell'azienda agricola: il suolo.
Le tecniche e le tecnologie possono essere applicate facilmente in azienda per ottenere prodotti di alta qualità e con costi contenuti, massimizzando le risorse presenti localmente, rendendosi il più possibile autonomi.
I principi dell'Aor si possono riassumere:
Eliminazione dei prodotti di sintesi chimica 
Rivalutazione e massimizzazione delle risorse dell'azienda e del territorio
Esaltazione della biodiversità
Recupero e valorizzazione degli antichi saperi contadini  integrati e dinamizzati con le  moderne conoscenze scientifiche
Creazione di reti sociali ed economiche per l'avvicinamento delle città al mondo rurale
Rigenerazione dei suoli attraverso la rimineralizzazione e la riattivazione microbiologica
Relatori della serata: Dott. Matteo Mancini – Formatore AOR e consulente e alcuni agricoltori che hanno frequentato corsi e stanno sperimentando l'AOR.
Ingresso gratuito. Per informazioni e iscrizioni: agribioer@email.it sarà inoltre possibile cenare in loco dalle 19,30 usufruendo del buffet vegetariano preparato dallo chef dell'agriturismo. su prenotazione al+39 3208451044 E-Mail:Palbel@libero.it
Agricoltori e dipendenti di aziende agricole dell'Emilia Romagna potranno partecipare gratuitamente a corsi di formazione su Agricoltura organica Rigenerativa, per info:http://www.agricolturaorganica.org/articoli/3-opportunita-di-formazione-gratuita-per-agricoltori-dellemilia-romagna/